The wikis have been migrated to a new, more powerful server provided by TNNet. If you see any problems, please let us know as soon as possible at support@scoutwiki.org and we will try to solve them. We want to thank TNNet for providing the server space for the wikis!

Bandar-log

Da ScoutWiki, il wiki sullo scautismo.
Jump to navigation Jump to search
(en )
« "Mowgli," said Baloo, "thou hast been talking with the Bandar-log--the Monkey People." Mowgli looked at Bagheera to see if the Panther was angry too, and Bagheera's eyes were as hard as jade stones. "Thou hast been with the Monkey People--the gray apes--the people without a law--the eaters of everything. That is great shame." »
(IT)
« "Mowgli," disse Baloo, "tu hai parlato con le Bandar-log -- il Popolo delle Scimmie." Mowgli guardò Bagheera per vedere se anche la Pantera fosse arrabbiata, e gli occhi di Bagheera erano duri come pietre di giada. "Tu sei stato con il Popolo delle Scimmie -- le scimmie grigie -- il popolo senza legge -- i mangiatori di qualunque cosa. Questa è una grande vergogna." »
(Rudyard Kipling, Il libro della giungla)
Mowgli tra il Bandar-Log

Il Bandar-log è il nome del "Popolo delle scimmie" (è esattamente questo il significato delle due parole in lingua hindi) che compare ne Il libro della giungla ed Il secondo libro della giungla di Rudyard Kipling. Più precisamente si tratta di Colobinae.

Storia

Le bandar compaiono per la prima volta nel racconto "La caccia di Kaa", dove rapiscono Mowgli e lo tengono prigioniero alle Tane Fredde, il loro rifugio, che non sono altro che le rovine di un'antica città indiana. Il ragazzo, mentre viene portato via, riesce ad avvertire Chil, il quale vola a portare il messaggio di aiuto a Baloo e Bagheera. I due a loro volta chiedono l'intervento di Kaa, la cui collaborazione si rivela decisiva per la liberazione di Mowgli, in quanto il pitone ipnotizza le scimmie e se ne mangia un gran numero.

In molti dei racconti il bandar-log viene nominato come un cattivo esempio da non seguire, poiché si tratta di un popolo che non segue le leggi della Giungla, che non ha un capo e nemmeno una propria lingua. Le bandar sono sporche, vanitose e pettegole, passano tutto il giorno sugli alberi a giocare e a fare dispetti, sia tra di loro che agli altri animali, perciò sono state bandite da tutti i popoli della Giungla. Paragonare qualcuno a loro, quindi, equivale a mettere in risalto le sue caratteristiche negative.

(en )
« We are great. We are free. We are wonderful. We are the most wonderful people in all the jungle! We all say so, and so it must be true »
(IT)
« Noi siamo grandi. Noi siamo libere. Noi siamo straordinarie. Noi siamo il popolo più straordinario di tutta la giungla! Lo diciamo tutte e per ciò deve essere vero. »
(Motto del Bandar-log)

Figura nello scautismo

Il bandar-log ha un ruolo fondamentale nella morale per tipi usata nel lupettismo, in quanto rappresenta tutti coloro che non rispettano la legge e non sono in grado di controllarsi, con le conseguenze negative mostrate. "Comportarsi come una bandar" significa essere indisciplinati, disordinati, dispettosi, chiacchieroni, ecc.