The wikis have been migrated to a new, more powerful server provided by TNNet. If you see any problems, please let us know as soon as possible at support@scoutwiki.org and we will try to solve them. We want to thank TNNet for providing the server space for the wikis!

Buldeo

Da ScoutWiki, il wiki sullo scautismo.
Jump to navigation Jump to search
(en )
« They told wonderful tales of gods and men and ghosts; and Buldeo told even more wonderful ones of the ways of beasts in the jungle, till the eyes of the children sitting outside the circle bulged out of their heads »
(IT)
« Raccontavano fantastiche storie di dei e uomini e fantasmi; e Buldeo ne raccontò una ancora più fantastica sui comportamenti degli animali della giungla, finché gli occhi dei bambini che sedevano fuori dal circolo schizzarono fuori dalle loro teste »
(Rudyard Kipling, Il libro della giungla)

Buldeo è un personaggio umano de Il libro della giungla ed Il secondo libro della giungla di Rudyard Kipling. Il suo nome deriva dalla parola in lingua hindi o sanscrita "Baladeva" e significa "potente signore".

Storia

Buldeo, per il solo fatto di essere l'unico a possedere un vecchio moschetto, sostiene di essere il più grande cacciatore del villaggio in cui Mowgli va a vivere alla fine del racconto "Il fiore rosso", venendo adottato da Messua e suo marito. Ha un carattere presuntuoso, arrogante e superbo e diventa nemico del ragazzo, che gli contesta la veridicità delle storie sulla giungla che egli racconta agli altri membri del villaggio per vantarsi. Nell'episodio "La tigre! La tigre!" Buldeo avanza la pretesa di avere per sé la pelle di Shere Khan, appena morto sotto gli zoccoli di Rama, per poter intascare le cento rupie della taglia, ma è costretto ad andarsene dopo che Akela gli salta addosso e lo immobilizza per terra. In seguito alla narrazione fantasiosa che egli fa al prete del villaggio, Mowgli viene accusato di stregoneria e scacciato dagli abitanti a colpi di pietre e fucile.

Nel racconto "L'invasione della giungla" Buldeo va a caccia di Mowgli, il quale nel frattempo torna al villaggio e libera Messua ed il marito, che erano stati picchiati e imprigionati perché accusati di essere genitori di un demonio. Quando gli abitanti entrano nella capanna per bastonare di nuovo i due, trovano invece Bagheera ad aspettarli e fuggono impauriti. Per punirli delle loro cattive azioni, Mowgli escogita un piano affinché il villaggio cada in rovina ed i suoi abitanti lo abbandonino e lo mette in atto qualche tempo dopo con l'aiuto di Hathi, dei suoi tre figli e poi di tutti gli animali della giungla.

Figura nello scautismo

Buldeo e gli abitanti del villaggio rappresentano bene quegli uomini che si sentono superiori alle forze della natura e che quindi non la rispettano, pensando solamente al proprio tornaconto personale. Si tratta di un ottimo esempio per far capire che chi non osserva la legge prima o poi finisce male.