The wikis have been updated to MediaWiki 1.36 on 4 June 2021. There are still some small problems, but they are being worked on. If you see any other problems, please let us know as soon as possible and we will try to solve them.

Treviso 3 AGESCI

Da ScoutWiki, il wiki sullo scautismo.
Jump to navigation Jump to search
Gruppo AGESCI
Treviso 3
Treviso3.png
Localizzazione
Zona Treviso
Provincia Treviso
Regione Veneto
Il gruppo
Capi gruppo Mario Addeo
Miriam Meneghello
Fazzolettone Verde bordato giallo
Dedicato a
Indirizzo
Telefono





Il gruppo è stato fondato nel 1971 da Carlo D'Argenzio, Paolo Tacchi, Mario e Franco Favaretto, Mario Michieletto e Giorgio Marcon a San Lazzaro, vicino a Treviso, distaccando il Branco "Waingunga" e il Riparto "Remo Furlan" dall'ASCI Treviso 1.
Ora il Treviso 3 ha base a Frescada, frazione di Preganziol, con il Branco "La Parlata Nuova" e il Clan/Fuoco "Pian delle Ginestre", e a Dosson di Casier con il Reparto misto "Scirocco".

Il Fazzolettone

FazzolettoneTV3.png

L’utilizzo diffuso del verde e del giallo oro nel giglio e in altri simboli del movimento scout ha origini non meglio documentate. In Italia ci si può riferire principalmente al CNGEI che in principio aveva bandiera verde con giglio giallo o bianco a cui l’ASCI contrappose la bandiera bianca con giglio verde. Questi colori vengono tuttora adoperati dall’associazione (come in molte altre) per il cappellino dei lupetti e il distintivo di gruppo.
Per questo motivo sono numerosi i gruppi in Italia con il fazzolettone con questa tinta, in particolare il nostro prende vita dopo la Liberazione con la rinascita del gruppo ASCI Asti 3.
Nel 1948 tre fratelli, Felice, Alessandro e Ferruccio Sarasino, da Asti si trasferiscono in Somalia dove il padre gestisce un'attività artigianale. Poco dopo il loro arrivo Felice e Alessandro fondano a Mogadiscio il gruppo ASCI Mogadiscio 1, portando al collo i colori dell'Asti 3. Dopo la prematura scomparsa di Alessandro, Felice e Ferruccio riescono tra tante difficoltà a tenere in vita il gruppo in cui entra nel 1953 Carlo D'Argenzio.
Nel 1958 Carlo, presa la maturità, si trasferisce a Roma entrando nel gruppo ASCI Roma 7 e nel 1961 fonda il gruppo ASCI Roma 49, anch'esso con il fazzolettone verde e giallo.
Nel 1968 per lavoro e per matrimonio, Carlo si trasferisce a Treviso dove gli viene affidato dal Treviso 1 il Riparto "Remo Furlan" di San Lazzaro.
Nel 1971 con la nascita del gruppo Treviso 3 Carlo decide di adottare nuovamente i colori verde e giallo.
Un'altra particolarità del fazzolettone del Treviso 3 è che tuttora, a differenza della forma triangolare nella maggior parte dei gruppi AGESCI, è un quadrato piegato a triangolo come si usava nell'ASCI.

La Storia

Preistoria

Presso la Parrocchia di San Lazzaro a Treviso sono attivi il Riparto "Remo Furlan" (esploratore che, in anni precedenti, annegò nel Sile), senza un capo unità, e il Branco "Waingunga", affidato a Paolo Tacchi, del gruppo ASCI Treviso 1.
A settembre del 1968 Carlo D'Argenzio, appena trasferitosi a Treviso, viene incaricato dalla Direzione del gruppo alla gestione del Riparto di San Lazzaro, assistito da Ubaldo Scardellato, Giorgio Collantin e Paolo Urgenti.
Tra il 1969 e il 1971 vengono aperte altre due unità di Riparto: uno all'istituto PIME nei pressi di San Trovaso, e l'altra a Preganziol .

La Nascita

A settembre del 1971 Carlo, in pieno accordo con il capo Branco Paolo Tacchi e la collaborazione del capo gruppo del Treviso 1 Nino Della Valle, prende contatto con quattro capi dell'ASCI Treviso2: Mario e Franco Favaretto, Mario Michieletto e Giorgio Marcon, in procinto a lasciare il gruppo di appartenenza.
Nel mese di ottobre, a Ciano del Montello, avviene la fondazione del Treviso 3, con un Riparto e un Branco. I ragazzi in età tra i 16 e i 21 anni svolgono le attività con il Clan del Treviso 1.

Anni '70

Nel 1972 le partenze dei relativi Assistenti (AE) hanno portato la chiusura dei Riparti a San Trovaso e Preganziol, tuttavia questo ha permesso l'apertura del Clan "Pian delle Ginestre", chiamato così per una località dove il Clan svolse la route.
Nel 1973 attraverso le attività di Clan, entrano nel gruppo le prime donne. Alcune di esse prenderanno la gestione di un Reparto femminile del vicino gruppo AGI Preganziol 1, subentrato nel Treviso 3 nel 1975.
L’8 maggio del 1976, due giorni dopo il terremoto in Friuli, alcuni capi e Rover/Scolte (R/S) del nostro Gruppo vanno a prestare servizio nella zona di Pinzano e Valeriano, rimanendovi con turni successivi fino al 10 giugno. Quella stessa estate si svolge a Forni di Sopra (UD) il primo campo di gruppo.
Alla fine degli anni '70 si riprendono a Preganziol delle attività con alcune squadriglie maschili che daranno vita nel 1981 al reparto.

Anni '80

Con l'ingresso in Comunità Capi dei primi R/S nel 1981, oltre all'apertura del reparto maschile "Rainbow" di Preganziol, iniziano le attività con alcune squadriglie femminili a Dosson, diventando l'anno successivo il reparto "Stella D'Oriente" (l'origine del nome è legata alla diffusa tradizione di chiamare le unità E/G con riferimenti a stelle o costellazioni).
Sempre nel 1981 alcuni R/S partecipano alle operazioni di soccorso alle popolazioni terremotate dell'Irpinia coinvolgendo nell’estate tutto il Clan che vi organizza un campo di servizio.
Nel 1983 i reparti di San Lazzaro e Preganziol partecipano al primo Campo Nazionale Esploratori/Guide (E/G) e ad ottobre dello stesso anno viene aperto a Preganziol il Branco "Seonee". L'anno seguente i reparti maschile e femminile di Preganziol assumono rispettivamente il nome "Alessandro Ariani" (ragazzo del Treviso 3 tragicamente scomparso) e "Stella Polare", mentre il gruppo continua ad espandersi aprendo il Branco "La Parlata Nuova" a Dosson, il Branco "Roccia Azzurra" (censito successivamente per alcuni anni nel gruppo del Preganziol 1) e un reparto misto a San Trovaso (chiuso in breve tempo) fino ad arrivare al massimo sviluppo nel 1986 con l'apertura del reparto maschile "Mizar" (poi "Orsa Maggiore") a Dosson (nello stesso anno il reparto femminile di Dosson cambia il nome in "Sirio" e successivamente "Stella Polare"), e infine del Branco "Del Popolo Libero" e i reparti "San Luca" - maschile - e "Aurora" - femminile - a Selvana. I ragazzi dei reparti a Selvana ufficialmente erano censiti con i reparti di San Lazzaro e Dosson. Questo ha portato la fondazione dei gruppi Treviso 4 l'8 dicembre 1987 guidato da Mario Favaretto, e Preganziol 1 il 14 maggio 1989.

Anni '90

Pian piano il gruppo si ridimensiona chiudendo le unità storiche di San Lazzaro e trasferendo il Branco di Dosson e il Clan da Preganziol a Frescada; le rimanenti unità di reparto a Dosson adottano i nomi appartenuti alla tradizione del gruppo: "Remo Furlan" per il reparto maschile e "Stella D'Oriente" per quello femminile (nomi tuttora utilizzati sebbene l'unità sia a tutti gli effetti mista).
Nel 1994 Margherita D'Argenzio viene nominata Incaricata alla Branca E/G della Zona di Treviso e partecipa ad agosto assieme a 5 guide al XVIII Jamboree mondiale dello scautismo.
Nel 1996 viene festeggiato il XXV anniversario della fondazione con un campo di gruppo al B.-P. Park di Bassano Romano (ROMA).
Nel 1997 la Co.Ca. partecipa alla Route Nazionale di comunità capi assieme ai gruppi Caerano San Marco 1, Foggia 6, Noci 2 e Ostuni 1.
Nel 1999 tre guide e un esploratore partecipano al XIX Jamboree mondiale dello scautismo.

Anni 2000

Nel 2000 la capo gruppo Graziella Ceron viene eletta Responsabile di Zona e nel 2001 si festeggia con un terzo campo di gruppo a Trentino di Fanano (MO) il XXX anniversario della fondazione.
Nel 2003 le 8 squadriglie dei reparti di Dosson partecipano al Campo Nazionale E/G e nel 2011 il gruppo compie 40 anni, organizzando una grande "festa di primavera" a Dosson dove si vedono riuniti tutti coloro che hanno fatto parte del gruppo. Si svolge nell'estate il quarto campo di gruppo alla base scout di Montenars (UD).
Nel 2013 i reparti diventano definitivamente una sola unità mista (lo sono stati anche dal 2004 al 2008) con il nome "Scirocco" dal sottocampo del Campo Nazionale del 2003, sebbene vengano ancora riconosciuti con i nomi "Remo Furlan" e "Stella D'Oriente". Nel 2014 il Clan/Fuoco partecipa alla Route Nazionale, con la parte mobile tra l'1 e il 5 agosto lungo l'Alta Via delle Dolomiti n. 1, svolgendo il ruolo di "ospitante" del Clan di formazione "Route #437" con i gruppi Lecco 1, Lecco 2 e Campobasso 5, e la parte fissa dal 6 al 10 agosto presso il parco di San Rossore (PI).
Il 13 giugno 2015 il gruppo partecipa all'Udienza AGESCI del Papa.
L'8 novembre 2017 l'intero gruppo prende parte al funerale di Carlo D'Argenzio, tornato alla casa del Padre il 4 novembre a all'età di 77 anni.
Il 24 febbraio 2018 torna alla casa del Padre all'età di 71 anni Paolo Tacchi.
Il 05 agosto 2020 all'età di 73 anni torna alla casa del Padre Mario Favaretto.

Capi Gruppo

  • 1971 - 1991, 1996 - 2005: Carlo D'Argenzio - "Aquila d'Argento";
  • 1975 - 1980: Liliana Borchi;
  • 1980 - 1984: Daniela Miatto;
  • 1985 - 1986, 1989 - 2000, 2006 - 2015: Graziella Ceron;
  • 1987 - 1989: Maria Grazia Granziol - "Orsetto Bevitore";
  • 1991 - 1996: Stefano Zanatta - "Aquila della notte";
  • 2000 - oggi: Mario Addeo - "Geronimo";
  • 2016 - 2019: Davide Bassich - "Puma Riflessivo";
  • 2018 - oggi: Miriam Meneghello "Cerbiatto Sincero".