The ScoutWiki Network server was upgraded on November 20th, 2019. The maintenance is now over. Please inform us in Slack or via email support@scoutwiki.org if you encounter any unexpected errors – it's possible the upgrade has missed something. Thanks and happy scoutwiki'ng!

The Ashley Book of Knots

Da ScoutWiki, il wiki sullo scautismo.
Jump to navigation Jump to search
Libro
The Ashley Book of Knots
Category publications.png
Autore Clifford W. Ashley
Lingua originale Inglese
1ª ed. originale 1944
Argomento Nodi








The Ashley Book of Knots è un trattato sui nodi ed altri utilizzi di funi, pubblicata per la prima volta nel 1944 da Clifford W. Ashley.

Coronamento di oltre 11 anni di lavoro, contiene circa 7000 illustrazioni e più di 3840 voci che coprono più di 2000 differenti nodi, impalmature, legature, fasciature e manufatti correlati all'uso di funi, nastri ecc. Le voci, categorizzate in base all'uso, includono istruzioni, usi, e per alcuni nodi, cenni storici. E' uno dei più importanti e vasti libri sui nodi, che comprende nodi di buona e di cattiva qualità, ed indica quali sono dell'una e dell'altra. Ashley, oltre ai commenti nelle varie voci, ricorre ad alcuni simboli che, disegnati accanto alle illustrazioni di alcuni nodi, ne evidenziano una caratteristica importante. Ad esempio una porzione di catena indica un nodo affidabile, mentre un teschio ne indica la pericolosità nel caso di utilizzo rischioso per la vita.

Prove di tenuta

Nell'The Ashley Book of Knots compare una tabella, riguardante solo i più comuni nodi di giunzione, che è frutto di prove condotte per stabilire con un criterio fisso la loro sicurezza e robustezza. Ogni nodo, realizzato su un materiale molto scivoloso come il mohair, è stato sottoposto da Ashley a cento strappi, con carico costante, i capi liberi rasati a lunghezza fissa, a intervalli scanditi da un metronomo. In base al numero di strappi precedenti allo sfilamento totale del nodo, si è determinata la sicurezza relativa tra un nodo e l' altro. Poichè non sono state indicate le condizioni nelle quali hanno avuto luogo le prove, come il coefficiente di attrito del filato, il grado di umidità ecc. queste prove non hanno carattere scientifico, tuttavia ci danno una importante informazione sulla sicurezza relativa di alcuni nodi rispetto ad altri. Ad esempio, prima che si sfili completamente, il nodo dell'asino sopporta 3 strappi, il nodo piano 19, il nodo di bandiera 22,3, il nodo del pescatore 42,9 il nodo di Carrick (#1439) 70,8, mentre il nodo di Ashley supera i 100 strappi.

Utilizzo come riferimento

A causa del suo scopo e della sua vasta diffusione, The Ashley Book of Knots è diventato un significativo riferimento nel campo dei nodi a livello globale. I numeri assegnati da Ashley a ciascun nodo possono essere utilizzati per identificarli univocamente. Questa è una utile funzione, dato che i nomi dei nodi si sono evoluti nel tempo, e vi sono attribuzioni di nomi contraddittorie o confuse.Le citazioni ai numeri della classificazione di Ashley sono normalmente nella forma: Nodo parlato incatenato (ABOK #1249), ABOK #1249, o semplicemente #1249, se il contesto di riferimento è chiaro o precedentemente fissato. Il titolo del libro viene abbreviato anche nelle forme; TABOK, TABoK o ABoK.

È importante considerare che ad alcuni nodi è stato attribuito più di un numero. Ad esempio, la voce principale per il nodo #1249 è nel capitolo dei nodi di avvolgimento, mentre lo stesso è classificato come #176 nel capitolo dei nodi utilizzati nei vari mestieri. Al libro, dopo la morte dell'autore, sono state aggiunte revisioni e correzioni da parte dell'International Guild of Knot Tyers. L'ultimo nodo (il nodo di Hunter) è stato aggiunto nel 1979.