Roma 132 AGESCI

Da ScoutWiki, il wiki sullo scautismo.
Jump to navigation Jump to search
Gruppo AGESCI
Roma 132
AGESCI.svg

Gruppo Attivo

Localizzazione
Zona Cassiopea
Provincia Roma
Regione Lazio
Informazioni sul Gruppo
Anno di Fondazione N/A
Fazzolettone Verde, rosso
Dedica Fazzolettone N/A
Capi Gruppo N/A
Recapiti
Indirizzo Via dei Baglioni 15
Email N/A
Telefono N/A
Collegamenti Web
Instagram N/A
Facebook N/A
Youtube N/A
Pagina Web Pagina Web Ufficiale
Realizza/Migliora la Pagina del tuo Gruppo
Gruppo Link al Template ScoutWiki per Gruppi AGESCI

Hey Tu!
Lo sapevi che ScoutWiki non è più lasciato a sè stesso?
Scoiattolo Saccente del Gruppo Scout Catania 14 lo sta piano piano rimodernando!
Curioso? Vuoi dare una mano? Non sai come fare? Dai un calcio all'impossibile! Basta poco! Crea/Migliora la pagina del tuo Gruppo AGESCI! Clicca qui.


Il gruppo scout Roma 132 AGESCI "Don Giuseppe Bersani" (prima ROMA 16 ASCI, fino al 1953 ROMA 87 ASCI) è un gruppo fondato nel 1945 e tutt'ora attivo. Iniziò ufficialmente le sue attività il 4 ottobre 1945, presso le sedi della Cappella dell'Immacolata di Monte del Gallo, a Roma. Nel 1962 il Branco si spostò da Monte del Gallo alla Chiesa di Gregorio VII, raggiunto nel 1982 dal Reparto e dal Clan. Nel 2002 la sede è stata spostata a Via dei Baglioni, dietro la Parrocchia Santissimo Crocifisso che è posto in Via Bravetta.


Fazzolettone

Il fazzolettone, a base verde, ha due righe rosse sui lati obliqui del triangolo.


Storia del Gruppo

Il Gruppo Scout di Monte del Gallo---nato per separazione dal Gruppo Scout Roma 57---iniziò le sue attività il 4/10/1945. Prese il numero Roma 87 (dal 1953 Roma 16) e durante i primi sette anni di vita si sviluppò costantemente. Nel censimento del 1945 contava 20 ragazzi che divennero 38 nel 1946 e 56 nel 1952. Successivamente si dilatò oltre il proprio spazio naturale anche in virtù dell'idea di costruire Gruppi forti, per poi rientrare nella propria dimensione a S. Gregorio VII (parrocchia dal 1952, costruzione ultimata nel 1962).

Il 25/05/1947 ad Acilia, presente il col. Wilson, successore di B.-P. alla guida dello Scautismo mondiale, la Sq. Aquile, trascinata dal C.Sq. Giorgio Passeggieri, dopo aver vinto tutte le gare locali, giunse prima nella gara nazionale di partecipazione al Jamboree della Pace di Moisson, primo raduno internazionale Scout del dopoguerra.

Il giorno dopo lo stesso col. Wilson visitò la sede del Reparto di Monte del Gallo (inaugurata il 30/06/1946 alla presenza di Mario Mazza del Comitato Centrale ASCI e grande amico del Gruppo) e firmò un autografo con dedica nel libro del Gruppo. Scrisse successivamente nel suo diario:

« ... e il Roma 87, quest'ultimo con la sede in un quartiere assai povero, decorata in modo unico; il posto, poi, era stato ribattezzato Piazza Baden Powell. Queste visite furono il punto culminante della mia valutazione dello scautismo italiano. »

Il 28/08/1947 nasceva il Clan Duca degli Abruzzi con i reduci del Jamboree di Moisson i quali proseguirono sullo slancio delle grandi imprese nel 1948 con un memorabile campo sulle Dolomiti.

Nel febbraio 1953 venne fondato il secondo Reparto Azimut presso la Parrocchia di S. Maria delle Grazie al Trionfale, successivamente trasferito nel 1961 a S. Giuseppe sempre al Trionfale.

A fine 1959 il Gruppo, in piena espansione, si arricchì del terzo Reparto Zenith presso la Parrocchia di Stella Mattutina a Monte Mario e venne affiancato nel 1962 dal Branco Seonee o Mowha. Nel 1964 il Gruppo raggiunse la sua massima espansione sia perché, nel frattempo, si era ricostituito il Clan che per circa un decennio in pratica non era più esistito, sia perché venne aperto il terzo Branco Della Valle a S. Giuseppe al Trionfale, in parallelo col Reparto Azimut. Queste due unità vennero poi chiuse, per sopravvenute difficoltà, nel 1970.

Sempre nel 1962 il Branco di Monte del Gallo scese a S. Gregorio VII dove solo nel 1982 fu raggiunto dal Reparto e dal Clan che fino a quella data rimasero nell'originaria sede presso le suore dell'Antonement. Sempre a Gregorio VII, nel 1963--1964 si sperimentò un Reparto di Guide AGI che portava lo stesso fazzoletto e numero del Gruppo Roma 16 ASCI.

Gli anni che vanno dal 1964 furono assai intensi per il Clan ricostituito che affrontò il Campo della Marmolada del Monte Bianco, la discesa del Tevere, ed infine il campo di lavoro nel Ghana. A queste grosse imprese vanno poi sommate le testimonianze di solidarietà con la partecipazione di soccorsi per calamità nel terremoto del Belice, nell'alluvione del 1966 (Firenze - S. Stefano di Cadore), nel terremoto di Tuscania. Nel 1969 il Roma 16 censì 203 persone su sette unità: fu il boom!

Nel 1972 esisteva ancora un Fuoco AGI Roma 16 con 12 ragazze che nel 1973, alla vigilia dell'unificazione ASCI/AGI, erano in 15. Sempre in tema di rapporti con l'AGI, è da notare che alla fine del 1970 si tennero alcuni incontri con le Capo dell'AGI del Roma 16 per avviare il tema della coeducazione, e che nel 1971 fu censita nel Roma 16 la prima ragazza come Aiuto Capo del Branco. Alla fine del 1971 si unificarono le comunità capi del Roma IV AGI e del Roma 16 ASCI con attività parallele o in comune.

La distanza tra S. Fulgenzio alla Balduina e Monte del Gallo, la gestione di 11 unità, con una Comunità Capi di 30 elementi, i fermenti post 1968 e le difficoltà di armonizzare i metodi ASCI ed AGI nella nascente AGESCI determinarono, il 16/11/1973, la divisione del Roma 16 in due tronconi gravitanti, rispettivamente, su Monte del Gallo e su S. Fulgenzio. Quando il 04/05/1974 fu ufficialmente fondata l'AGESCI, i due nuovi gruppi assunsero il numero Roma 132 con fazzoletto verde e due righe rosse a Monte del Gallo, e Roma 16 con fazzoletto rosso a S. Fulgenzio. Da quel momento le loro strade si separarono.



Nomi Branche

  • Branco Parlata Nuova
  • Reparto Mafeking
  • Clan Duca degli Abruzzi