Luce della pace

Da ScoutWiki, il wiki sullo scautismo.
Jump to navigation Jump to search

La luce della pace è una luce (solitamente candela o lampade) che viene accesa nella chiesa della natività a Betlemme, dove vi è una lampada ad olio, carburante donato dalle nazioni cristiane, che brucia da secoli. Questa tradizione annuale nasce dalla ORF, emittente tedesca, la quale ha indetto una iniziativa di beneficenza "Lichts in Dunkel" (Luce nel buio), durante la quale sono state raccolte offerte spontanee per compiere servizi di aiuto sociale. Poco prima di Natale un bambino austriaco del 1986 accese una luce dalla lampada nella Grotta di Betlemme che è stata successivamento trasportata in aereo a Linz, da dove, in collaborazione delle Ferrovie Austriache, è stata distribuita in tutto il territorio.

Significato

Alla Luce della Pace non va dato solo un significato religioso, dal momento che essa contiene in sé valori civili, etici, morali accettati anche da un non-religioso. Sono difatti ben accetti tutti purché condividano i valori di Pace e Fratellanza, che la Luce della Pace porta con sé.

In Italia

In italia già in quell'anno arrivava la Luce della pace grazie agli scout sud-tirolesi. La diffusione della luce rimase limitata all'Alto Adige fino a quando un gruppo AGESCI di Valenza Po si organizza per andare a recuperala a Vienna.

Nel Natale del 1993 le associazioni che aderirono allora furono AGESCI, AMIS, FSE e SZSO. Successivamente si unirono ASSG, GEI-FVG, MASCI e SCOUTPROM.

Collegamenti esterni