Coltello pieghevole

Da ScoutWiki, il wiki sullo scautismo.
(Reindirizzamento da Coltellino)
Jump to navigation Jump to search
Alcuni coltelli a serramanico monolama

Un coltello pieghevole è un coltello con una o più lame montate su un perno che permette loro di ruotare per rientrare all'interno del manico quando non le si usa. Viene anche chiamato coltello tascabile, chiudibile, folder oppure a serramanico. Questo sistema rende l'utensile poco ingombrante e permette di portarlo in tasca con facilità e in sicurezza. Non ha necessità di un fodero, anche se è consigliabile averne ugualmente uno per proteggere dallo sporco. Normalmente la lunghezza della lama principale è tra i 5 e i 15 cm e può essere usato per moltissime cose: tagliare una corda, sfrondare un ramo, affettare un frutto ecc.

I serramanico si distinguono in due grandi categorie:

  • monolama: è indicato per lavori duri e continuativi, ad esempio per intagliare il legno;
  • multilama o multiuso: viene prodotto in un'infinità di varianti e dimensioni e perciò bisogna stare attenti a comprarne uno che non abbia troppi accessori superflui.

Inoltre il coltello pieghevole può avere:

  • delle piastrine metalliche laterali di rinforzo per l'impugnatura;
  • una piccola scanalatura nella parte centrale del dorso della lama, per poterla afferrare meglio con l'unghia;
  • un bottoncino o un foro vicino all'estremità della lama, utile per aprirla con una sola mano;
  • una clip per poterlo agganciare alla cintura;
  • una sicura, cioè un sistema per prevenire l'apertura e la chiusura accidentale ed evitare di ferirsi.

Tipi di sicure

Questi sono solo alcuni dei sistemi più diffusi, poi ce ne sono decine di altri tipi, alcuni dei quali brevettati ed esclusivi di una sola azienda costruttrice.

  • A collare: è la più semplice che ci sia, costituita da un anello girevole, opportunamente sagomato e montato all'estremità del manico, che viene azionato a mano subito dopo l'apertura e la chiusura. Un esempio tipico è il Virobloc degli Opinel.
  • Slipjoint: la lama aperta è tenuta in posizione dalla tensione di una lunga molla piatta messa posteriormente, che le consente di rientrare solo se viene applicata una certa pressione. Essendo complicato mettere più di una molla di questo tipo dentro il manico, di solito le slipjoint vengono applicate solo ai monolama e ai bilama.
  • Liner lock: c'è una linguetta a molla la cui estremità tende ad andare verso il centro dell'incavo del manico, contrastando così la chiusura. Per chiudere bisogna appiattirla col dito verso la parete esterna. È il metodo più usato, anche perché consente l'apertura con una mano sola.
  • Frame lock: è simile al precedente, ma in questo caso è tutta una striscia esterna di manico che rientra per impedire la chiusura. Lo sblocco si fa allargando la fenditura con un dito.
  • Lock-back o a pompa: ha una piastrina incernierata nel mezzo, con un gancetto che si inserisce in una scanalatura sul retro della lama. Per chiudere è necessario premere la piastrina dalla parte opposta, in modo da sollevarla ed estrarre il gancetto.
  • Rolling lock o a slitta: il retro della lama è tondo, con un incavo che si incastra in un perno tenuto da una molla. La chiusura si attiva spostando il perno mediante un bottoncino posto sul lato del manico.

I multiuso

Il coltello multiuso è un attrezzo utilissimo in ambito scout, quasi indispensabile, l'importante è che non ne abbia troppi, altrimenti si rischia di spendere un sacco di soldi per poi ritrovarsi un arnese pesante che viene adoperato solo al 10-20%. Gli accessori più utili sono:

  • la lama principale lunga circa 4 dita
  • l'apribottiglie con l'estremità a cacciavite piatto (alcuni hanno anche una tacca utilizzabile per sguainare i fili elettrici)
  • il cacciavite a croce
  • l'alesatore (punteruolo non affilato), per sciogliere i nodi stretti
  • l'apriscatole / foralattine
  • il seghetto

Questi altri accessori non sono indispensabili oppure sono difficilmente utilizzabili per le loro dimensioni molto ridotte:

  • la seconda lama, più corta
  • il gancetto multifunzione, per tendere le corde sottili, tirare la catena della bicicletta, estrarre i picchetti delle tende e altro
  • le forbicine
  • la limetta per le unghie
  • il cavatappi
  • lo stuzzicadenti
  • la lente d'ingrandimento
  • la micropinza, per estrarre le schegge di legno dalle dita
  • la penna biro

Esistono poi multiuso più evoluti con accessori tecnologici, come:

Per questi ultimi modelli, però, è sconsigliato il lavaggio sotto l'acqua diretta del rubinetto, visto che si ha a che fare con la corrente elettrica, pur se in quantità modestissime. Si devono quindi strofinare il manico e le lame con uno straccio umido e passare l'interno delle fessure con uno spazzolino oppure soffiarci dentro dell'aria compressa.

Modelli specifici utili per gli scout

  • Coltellino svizzero: è il multiuso più famoso al mondo ed ha il caratteristico rivestimento rosso per almeno due motivi: richiama il colore della bandiera svizzera ed è facilmente visibile in caso di caduta nella neve.
  • Set di posate: si divide in due pezzi, su uno dei quali c'è una forchetta e sull'altro il cucchiaio e la lama del coltello. Eventualmente può avere anche altri accessori.
  • Opinel: così chiamato dal nome dell'azienda produttrice, ha una sola lama, il manico in legno di faggio e un anello girevole di sicurezza chiamato "Virobloc".
  • Multitool: utilizzato soprattutto dai ciclisti, racchiude molti attrezzi: pinza, cacciaviti, seghetto, chiavi a brugola, forbici...

Uso e manutenzione

Oltre ai consigli validi per tutti i coltelli, ci sono alcune attenzioni specifiche da adottare per i pieghevoli. La principale è di mettere sempre la sicura: da aperto evita che si chiuda durante l'uso e tagli le dita dell'utilizzatore, da chiuso impedisce che si apra da solo in tasca e ferisca la gamba. Anche per questo motivo è quindi preferibile conservarlo sempre dentro un apposito fodero.

Il serramanico si lava a mano (mai in lavastoviglie), con acqua dolce e possibilmente calda, tenendo tutti gli utensili aperti ed aiutandosi con uno spazzolino o un pennello rigido per raggiungere agevolmente l'interno delle fessure. Va poi asciugato subito con uno strofinaccio, adoperando per le zone più profonde un cotton fioc oppure l'aria calda dell'asciugacapelli. Vanno prese particolari cautele nel caso in cui siano presenti degli accessori elettronici: prima del lavaggio bisogna sempre rimuovere la batteria e, se presente, la chiavetta USB.

Se si nota un indurimento dei movimenti, è bene mettere sui perni di rotazione una gocciolina di olio leggero e aprire e chiudere molte volte per farlo penetrare fino in fondo. Alla fine ogni eventuale eccesso va ripulito con cura, specialmente se si prevede di tagliare del cibo, ma anche per non far attaccare la polvere sui residui grassi. Esistono dei lubrificanti appositi per i coltelli, ma va bene pure l'olio di vaselina enologico oppure quello per le macchine da cucire; invece l'olio d'oliva è sconsigliabile, poiché dopo un po' diventa rancido e appiccicoso.

Molti tascabili si possono smontare completamente, per poter sostituire un pezzo o effettuare una pulizia più accurata, ma si tratta di un'operazione da fare il meno possibile, dato che poi è complicato richiuderli con il giusto grado di serraggio delle viti.

Voci correlate