The wikis have been migrated to a new, more powerful server provided by TNNet. If you see any problems, please let us know as soon as possible at support@scoutwiki.org and we will try to solve them. We want to thank TNNet for providing the server space for the wikis!

Bolzano (Sezione CNGEI)

Da ScoutWiki, il wiki sullo scautismo.
Jump to navigation Jump to search
Sezione CNGEI
Bolzano
Cngei-piccolo.png
Localizzazione
Comuni Bolzano, Merano
Provincia Bolzano
Regione Trentino - Alto Adige
La sezione
Presidente Davide Merlino
Commissario Maurizio Misinato
Recapiti
Indirizzo Via Roen, 6
39100 Bolzano (BZ)
Telefono 0471930067 (ore serali)
Email bolzano@cngei.it
Sito web






Breve storia

1945: la fondazione

Con il termine della seconda guerra mondiale riprendono le attività scout in tutto il Trentino con Rovereto in testa forte di un passato glorioso e di nomi come Diego Costa (Camoscio Bianco), Mario Rigatti (Lama dei Boschi, Medaglia d'Oro), Remo Farinati (il Puma), Pio Righi (Aquila Nera), Aldo Maffei (il Tigre); a Trento ritroviamo in azione Stenico, Castelpietra, Modì.

Il 23 ottobre 1945 Augusto Albertani (Giaguaro Tigrato), già Esploratore di Rovereto, viene nominato Commissario Locale di Bolzano, su proposta del Regionale Diego Costa. Il 26 ottobre ha luogo presso la sede del C.A.I. la costituzione ufficiale della Sezione di Bolzano, presenti senior provenienti dalla vecchia sezione di Rovereto. Il 29 ottobre il cav. Ettore Righi, in una lettera al Commissario Regionale Diego Costa, comunica di accettare l'incarico di Presidente Amministrativo della Sezione. Il primo novembre avviene la riunione della Commissione Amministrativa dei Commissari e soci della Sezione per impostare un primo programma di attività, inaugurato ufficialmente il 5 novembre con l'escursione dei primi esploratori a Castel Flavon. Il 13 novembre con lettera n. 936 la Sede Centrale, nella persona del Segretario Generale senior scout Alberto M. Savini) ratifica la costituzione della Sezione di Bolzano. Le prime unità sono il 1° Branco Lupetti "Penegal", il 1° Reparto Esploratori "Latemar", il 2° Reparto Esploratori "Sciliar" e la 1° Compagnia Scolte. La Sede di Sezione era in Viale Giulio Cesare 38 presso lo stabile dell'Intendenza di Finanza.

1946-1957: i primi passi

Il 14 marzo 1946 esce il primo numero di "SCORZA DI BETULLA" notiziario mensile della Sezione di Bolzano. Il 12 marzo 1946 viene organizzato a Castel Flavon (Bolzano) il primo jamboree regionale, vi partecipano le sezioni di Bolzano, Trento, Rovereto, Cles e Riva del Garda. Per l'occasione viene benedetta la bandiera di sezione, madrina la signora Anna Albertani. Presente il commissario regionale Diego Costa, ha luogo la prima promessa in Bolzano di lupetti ed esploratori. Una relazione della giornata è pubblicata sulla rivista Boy Scout. Dal 2 al 17 agosto 1946 si svolge il primo campo estivo della sezione a Fiè allo Sciliar.

Negli anni successivi scema un po' l'entusiasmo del primo dopoguerra, mentre numerosi sono i problemi organizzativi. Le attività proseguono con passione e impegno, ma l'assunzione di responsabilità da parte dei giovani capi è spesso gravosa.

Nel dicembre 1951 a seguito degli eventi dell'Alluvione del Polesine, alcuni rover prestano servizio al Centro di assistenza alluvionati costituito presso la Stazione ferroviaria. Nel marzo 1953 viene fondato il 2° Reparto Esploratori "Vittorio Bottego". Nel dicembre 1954 gli esploratori Gianfranco Trevisan, Piero ed Emilio Migliorini, non accettando la linea di condotta del 2° Reparto, costituiscono la Pattuglia libera "Antilope", lo stesso mese il reparto si scioglie. Il 15 febbraio 1956 esce il primo numero della nuova serie di "Akela", notiziario della Sezione di Bolzano diretto da Gianfranco Trevisan. Il 23 settembre 1956 viene fondato il 3° Reparto "Kon-Tiki". Il 22 dicembre 1957 a causa di carenza di capi cessano le attività.

La rinascita e gli anni '60

Il 23 settembre 1963 Gianfranco Trevisan incontra Augusto Albertani e gli propone la ripresa della attività del C.N.G.E.I. a Bolzano. Il 3 ottobre vengono ripresi i contatti con la sede centrale, con una lettera indirizzata al capo scout Pellegrino Bellegati. Il 15 ottobre è ricostituito il 3° Reparto "Kon-Tiki".

Il 18 febbraio 1964 viene sottoscritto un contratto di subaffitto di due locali siti in via Portici 30, nell'edificio del vecchio municipio cittadino. Nel mese di agosto viene svolto il primo campo estivo di sezione a Laghel di Arco. La sezione CNGEI è ufficialmente ricostituita il 10 ottobre 1964 con una cerimonia al Circolo della Stampa presieduta dal Capo Scout e dal Commissario di Zona.

Il 13 maggio 1965 si svolge la prima riunione in sede di via Portici della costituenda sezione U.N.G.E.I. sotto la guida di Miriam Trevisan e Vincenza Pontalti. Nel mese di aprile viene fondato il primo reparto "Brownsea" dell'U.N.G.E.I.

Nel mese di dicembre viene ricostituito il primo branco lupetti "Penegal". Il 15 ottobre 1966 viene costituita la Compagnia Rover "Scacciapensieri". Il Primo Branco Penegal vince il Trofeo Nazionale "Le cacce di Kaa" a cui hanno partecipato 24 branchi di tutta Italia.

Dall'1 al 10 agosto 1969 una rappresentanza della sezione partecipa al Campo Nazionale C.N.G.E.I. a Cagli di Pesaro. Bruno Damini si aggiudica il titolo di miglior rover al campo. Nel mese di settembre 1969 alcuni Esploratori e Rover prendono parte al 1° Rally Ciclistico Scout del Garda organizzato dal Gruppo A.S.C.I. di Arco quale manifestazione di contorno alla 4a Mostra Internazionale di Pittura e Fotografia Scout. Il gruppo di Bolzano si aggiudica la Coppa "Olivo" per lo stile tenuto durante la gara e la permanenza ad Arco. Nel febbraio 1969 il 3° Reparto ed il 1° Branco prendono possesso della nuova sede in via Druso, 2 (via Zara), la sede di via Portici 30 rimane alla sezione U.N.G.E.I.. Il 21 dicembre 1969 festa del 1° Branco con consegna di doni ai Lupetti presso il Teatro del Convento dei Padri Cappuccini, inizia così la tradizione del "Natale del Lupetto".

Anni '70

Il 17 gennaio 1970 si costituisce il 2° reparto Catinaccio, mentre l'8 febbraio si costituisce a Bressanone la pattuglia libera Cobra nel tentativo di iniziare lo scautismo GEI anche in quella città. Il 25 e 26 aprile dello stesso anno viene celebrato un San Giorgio interregionale con la partecipazione delle sezioni di Trento, Verona, Vicenza, Reggio Emilia e Pesaro per un totale di 286 elementi. Nel mese di agosto durante il campo estivo vengono consegnate allo scoutmaster Gianfranco Trevisan le insegne di Cavaliere dell'Ordine Scout di San Giorgio. Il 7 ottobre dello stesso anno ha luogo la cerimonia per il 25° di Fondazione della Sezione con la presenza del Prefetto dr. Luigi Masci.

Nel 1972 il San Giorgio Interregionale si svolge ad Andriano con la partecipazione delle Sezioni di Trento, Vicenza, Reggio Emilia, Bologna con la presenza del Capo Scout Raffaele Anzisi, il Comm. Sup. M.I. Alberto Vaghi, il C.N.F.C. Antonio Viezzoli, il commissario Nazionale agli Esploratori Doriano Guerrieri. Il campo estivo a Laghel di Arco vede la partecipazione delle sezioni UNGEI di Pisa e CNGEI di Bologna.

Il 2 settembre l'amministrazione Caproni di Arco concede alla Sezione in usufrutto gratuito 7674 mq di terreno a Laghel per uso campeggio, sempre in settembre avviene un incontro ufficiale a Vienna con il 56° gruppo di quella città. Per far partire la sperimentazione delle "pattuglie miste" e per problemi di mancanza di capi il 1° Reparto Bronwsea (femminile) si integra nel 2° Reparto Bottego (maschile). Il 7 ottobre 1973 avviene il rogito per l'acquisto della casa di caccia di Laghel. Tra il 20 e il 21 ottobre le due stazioni di ricetrasmissione impegnate nel 15° JOTA effettuano un totale di 175 collegamenti. Viene inaugurata la nuova sede di Commissariato di piazza Vittoria.

Nel febbraio del 1974 iniziano i primi lavori di sistemazione dei terreni e della casa di caccia di Laghel, lavori che proseguiranno con campi di lavoro nei mesi di agosto e settembre. Il 6 maggio il San Giorgio è festeggiato ad Arco con il locale gruppo ASCI. Nel mese di dicembre Gianfranco Trevisan è eletto membro del Consiglio tecnico Nazionale. Ai primi di marzo del 1975 vengono trapiantate a Laghel 86 piante acquistate al vivaio di Riva e 250 tra betulle, olmi e pini nuovi avuti in omaggio dalla Tenenza Forestale di Riva. Proseguono i lavori per la sistemazione della casa di Caccia che il primo maggio ospita il San Giorgio e nel mese di agosto il primo campo di sezione effettuato sui terreni di proprietà. A settembre partecipazione al 7° Rally Ciclistico Scout del Garda. Per onorare la morte di Marta Fiabane, dirigente della sezione morta in seguito ad un incidente stradale, viene stampato, a cura della Sezione, il "Canzoniere Scout". Nel frattempo viene costituito ufficialmente il secondo branco lupetti.

Il 1975 vede il San Giorgio Regionale a Laghel e sempre a Laghel i campi estivi. Nel 1976 San Giorgio interregionale a Laghel (Bolzano, Trento, Verona e Vicenza), partecipazione al "Festival Nazionale di Espressione Scout" organizzata ad Arezzo da Raffaello Simi. Partenza con questo anno Scout della Sperimentazione della Pattuglia Senior (Pattuglia Volpe): i Reparti si trovano nella condizione di "occupare" una decina di quindicenni che, a norma di Statuto devono passare in Compagnia. La evidente impreparazione di questi "aspiranti" suggerì sulla scorta della esperienza inglese la costituzione di una pattuglia con un programma particolare, che raccoglie ragazzi di tutti i Reparti ed inserito all'interno del 3° Kon-Tiki. La sperimentazione finisce con l'anno scout 1986/87.

Nel 1977 San Giorgio regionale a Laghel. Nel marzo 1978 gemellaggio tra i branchi lupetti bolzanini e il 3° e 4° Branco di Trieste. Nel mese di agosto partecipazione al Campo Nazionale CNGEI (1978) a Picinisco (Frosinone), di una pattuglia di formazione bolzanina guidata dal CR De Fonzo Alfredo: Roberto Giacobbe, Maurizio Misinato, Umberto Tecchiati, Sandro Terrin, Maurizio Primavera, Massimo Menaldo, Roberto Bompieri e Roberto Tiozzo. Il campo sezionale si svolge a Laghel nel mese di agosto. Nel mese di settembre partecipazione alle finali nazionali delle Lupettiadi a Como, il Trentino-Alto Adige si piazza al 2° posto.

Al Natale del Lupetto del 1978 avviene il lancio campagna raccolta fondi per la partecipazione di una rappresentanza di Esploratori al Jamboree in Iran. Nel marzo 1979 gemellaggio dei branchi bolzanini con quelli di Roma, nel mese di maggio analoga iniziativa della branca Esploratori. Il 22 aprile si svolge a Laghel il San Giorgio sezionale con la rievocazione della battaglia di Mafeking. Al campo estivo sezionale si registra la partecipazione di una rappresentanza della sezione di Rovereto.

Il 1 ottobre 1979 iniziano i lavori di restauro ed arredo della nuova sede di via Orazio per Rovers/Scolte e Senior scout che verrà inaugurata il 25 dicembre. Il 20 aprile 1980 per la prima volta un attività del CNGEI bolzanino viene ripresa dalla TV Nazionale (Rai 3). Il commissario di Sezione consegna al V.C.B. Luca de Giorgis l'Encomio Solenne. Nel maggio 1980 gemellaggio dei branchi bolzanini con quelli romani. Il campo estivo sezionale è a Laghel d'Arco.

Anni '80

Anni '90

Oggi

La Sezione conta oggi 220 iscritti suddivisi in tre gruppi: