The ScoutWiki Network server was upgraded on November 20th, 2019. The maintenance is now over. Please inform us in Slack or via email support@scoutwiki.org if you encounter any unexpected errors – it's possible the upgrade has missed something. Thanks and happy scoutwiki'ng!

6° Moot mondiale dello scautismo

Da ScoutWiki, il wiki sullo scautismo.
Jump to navigation Jump to search
Evento
6° Moot mondiale dello scautismo
6° Moot mondiale dello scautismo
Localizzazione
Città Sutton Coldfield
Stato Regno Unito
Dati dell'evento
Motto «Moot del Giubileo»
Partecipanti 3.500
Stati presenti 61
Periodo 1 - 12 agosto 1957
Sito web









Il sesto moot mondiale dello scautismo (che all'epoca si chiamava World Rover Moot) si svolse presso Sutton Coldfield, una cittadina vicino Birmingham, nel West Midlands, Regno Unito, dall'1 al 12 agosto 1957. Fu tenuto in contemporanea al 9° Jamboree ed al 2° Indaba e nello stesso anno del 3° campo mondiale delle guide, per festeggiare il centenario della nascita di Robert Baden-Powell ed il "giubileo" dello scautismo, ovvero il cinquantesimo anniversario della sua fondazione. Fu emesso anche un unico distintivo per tutti e tre gli eventi, che rappresentava la rosa araldica della Dinastia Tudor, la quale fu scelta sia perché lo scautismo era nato in Inghilterra, sia perché Sutton Park fu donato ai cittadini di Sutton Coldfield dal re Enrico VIII Tudor. Il giglio scout dorato (si trattava del giubileo d'oro) era disegnato nel centro della rosa ad indicare che il campo si svolgeva nel cuore dell'Inghilterra.

Il Jamboree-Indaba-Moot, soprannominato "JIM" dalle tre iniziali, fu aperto dal principe Henry, duca di Gloucester, mentre il discorso di chiusura fu tenuto da Lady Olave Baden-Powell la notte del 12 agosto, alternativamente in inglese e francese.

Il momento culminante del moot fu naturalmente l'hike di tre giorni per le montagne del Galles e del Derbyshire e anche se il tempo fu inclemente, lo spirito scout non venne mai meno. Molti dei percorsi finirono nei pressi di Aberystwyth, una cittadina del Galles, dove si tenne un fuoco di bivacco di grandi dimensioni, con ben 2.000 partecipanti e con ospiti dei dignitari locali e dei cori gallesi.

Collegamenti esterni