The ScoutWiki Network server was offline since Friday 26th April because of a boot problem in the host server. All services should be back to normal since Sunday 12:00 (UTC). We apologise for any inconvenience caused by the outage.

1° Indaba mondiale dello scautismo

Da ScoutWiki, il wiki sullo scautismo.
Evento
1° Indaba mondiale dello scautismo
Non è stata inserita alcuna immagine.

Se puoi, inserisci una immagine!

Se possibile, caricala su ScoutMedia!
Localizzazione
Città Gilwell Park
Stato Regno Unito
Dati dell'evento
Partecipanti 525
Periodo una settimana di luglio 1952










Il primo Indaba mondiale dello scautismo si tenne a Gilwell Park, nel Regno Unito, in una settimana nel mese di luglio 1952. L'organizzazione dell'evento fu curata da Fred Hurll, commissario delegato, e John Frederick Colquhoun, commissario per le relazioni della sede centrale britannica. Lord Rowallan, in qualità di capo scout dello Stato ospitante, aprì l'Indaba, esprimendo la speranza che si trattasse di un'occasione storica per lo scautismo.

Il numero dei partecipanti effettivi fu inferiore alle previsioni fatte in precedenza: soltanto 525 tra uomini e donne, che provenivano da 49 nazioni diverse. Comunque il campo creò una tale serenità e amichevolezza che sarebbe stato difficile ottenere altrimenti.

Furono tenuti gruppi di discussione separati per capi di lupetti, esploratori, scout portatori di handicap, scout "anziani", rover e commissari. Le relazioni di ciascun gruppo di lavoro furono poi esposte in una sessione plenaria, alla presenza dell'intero indaba. Il principe Henry, duca di Gloucester, in qualità di presidente della British Scout Association, nel suo discorso conclusivo si espresse con queste parole:

(en )
« Let it be the determination of all who have been here at Gilwell to spread the Scout spirit wherever they go, that spirit of peace and friendliness which is so sorely needed in the world today. »
(IT)
« Lasciate che sia la determinazione di tutti coloro che sono stati qui a Gilwell a diffondere lo spirito Scout ovunque essi vadano, quello spirito di pace e di amicizia che è così dolorosamente necessario nel mondo di oggi. »

L'esperimento dell'indaba fu considerato un successo ed il Comitato Internazionale raccomandò di continuare ogni quattro anni, tenendo però un limite di mille partecipanti.