A Hungarian speaking ScoutWiki has joined the ScoutWiki Network.

Cucina trapper

Da ScoutWiki, il wiki sullo scautismo.
(Reindirizzamento da Trapper)
Uovo alla trapper

La cucina trapper (o trappeur) è una tecnica che si basa sul preparare pasti senza l'utilizzo di utensili.

Fuoco

Il fuoco sta alla base di tutto. Deve essere riparato dal vento e lontano dagli alberi e zone infiammabili). Il punto fuoco deve essere grande a sufficienza per tenere costantemente acceso un fuoco di dimensione medio/grande e uno strato di brace, che deve essere spostata dal fuoco, sul quale effettuare la cottura dei cibi. Attenzione che i cibi non siamo messi sulla fiamma diretta, ne causereste solamente la bruciatura.

È altamente consigliato porre una pietra liscia e dritta sul fuoco. Attenzione: se la pietra in questione viene presa presso la riva di un ruscello o comunque fonti d'acqua simili, potrebbe contenere acqua a sua volta e, se tenuta a lungo vicino al fuoco, creparsi o scoppiare, come fanno i mattoni, e lanciare quindi schegge che potrebbero farvi molto male, soprattutto in zona occhi.

Temperatura

Formaggio alla trapper

Accosta il palmo della mano nel punto dove si deve cuocere il cibo. Controlla quanto riesci a stare con la mano in quella posizione, contando lentamente i secondi. La cottura ideale dei cibi avviene con una temperatura media-alta.

Secondi Calore Temperatura
< 1 Molto alto 230°~260°
2-3 Alto 200°~230°C
4-5 Medio 175°~200°C
6-8 Basso 120°~175°C
Cibi Minuti di cottura
Carne 15~20
Pollo 20~30
Patate 40~60
Pesce 15~20
Granoturco 10~12
Mele 20~30

Cottura

Sono principalmente quattro i metodi usati per la cucina trapper. Tutti, tranne il forno, necessitano una forte presenza di brace, conviene quindi accendere il fuoco prima del solito per assicurarsi una produzione di brace costante.

  • Cucina su Bastoni (comprendete anche le griglie)
  • Cucina su Sassi (che ovviamente dovranno essere puliti)
  • Cucina con la Carta Stagnola (che non è trappeur al 100% ma è molto comoda per cuocere alcuni cibi)
  • Cucina col Forno (usata principalmente al campo estivo, dato che richiede materiale scomodo da portare e una lunga costruzione)
  • Cucina sulle Tegole (andranno bene anche se sono vecchie, basterà lavarle)

Cucina su Bastoni

Ovviamente dovranno essere bastoncini verdi, altrimenti si potrebbero bruciare durante la cottura, e il bastone non dovrà essere né troppo sottile, o si potrebbe piegare troppo rovinando il cibo, né troppo spesso, altrimenti sarà difficile se non impossibile infilarci il cibo. Gli alberi maggiormente usati per la cucina trapper sono il Nocciolo e la Robinia, poiché la linfa di queste piante non è nociva e non altera il sapore dei cibi cotti (ad esempio il Castagno lascia un retrogusto amaro).

Cucina su Sassi

Per questo metodo non conviene usare Mattoni o Sassi prelevati vicino a fonti d'acqua, perchè si potrebbero spaccare col calore, ma per il resto sono molto comodi, soprattutto per cuocere le carni.

Cucina con la Carta Stagnola

Il cibo dovrà semplicemente essere ripiegato completamente nella Carta Stagnola e poi sepolto nella brace, è il metodo maggiormente usato per cuocere le patate.

Cucina col Forno

Questa richiede tempo ed esperienza, ma dà molta soddisfazione a chi la usa, anche perché con essa si possono cuocere pane o pizza. Ecco un elenco del materiale:

  • un bidone di metallo (di quelli solitamente usati nei Campi Estivi)
  • delle sbarre di ferro (anch'essi vengono spesso usati per la cucina nei C.E.)
  • Un tubo di metallo
  • attrezzi per scavare
  • un secchio
  • terra e pietre, facilmente reperibili in qualsiasi luogo.

1) Dovrete innanzitutto scavare una buca a "T" sapendo che:

  • La buca deve essere profonda all'incirca quanto il bidone, perché dovrà contenerne metà più il fuoco.
  • La parte orizzontale della vostra buca a "T" deve essere usata come camera d'aria e la parte verticale deve essere quindi lunga quanto il vostro bidone, se non di più.
  • Deve essere larga a sufficienza per fare entrare il bidone, ma non troppo larga o le sbarre di ferro non avranno un punto d'appoggio.

2) Prendete il bidone: dovrete tagliare un'estremità e fare due fori su ogni lato, circa a metà e infilare la sbarre di metallo nei fori. Per fare tutto ciò conviene usare un'accetta e un martello.

3) Posizionate il bidone nella buca assicurandovi che non tocchi il fondo, o non potrete accendere il fuoco.

4) Ricoprite il tutto con dei grossi sassi, assicurandovi che il tubo di metallo riesca a stare sulla parte orizzontale della buca e che non sia messo troppo in basso, altrimenti il fumo troverà difficoltà nell'uscire. Il tubo dovrà essere usato come comignolo, prendete dunque le precauzioni necessarie.

5) Dopo aver ricoperto il più possibile coi sassi il vostro forno, dovrete rimboccarvi le maniche e prendere il secchio, riempirlo di terra per 3/4 e il resto riempiendolo d'acqua per poter coprire il tutto con il fango così creato. Fate attenzione soprattutto nella parte orizzontale, non deve uscire il fumo se non dal vostro comignolo.

6) Una volta fatto tutto ciò, potrete accendere il fuoco sotto il vostro forno, riempire una teglia d'alluminio col pasta della pizza o del pane e infilarla sulla grata che si sarà formata all'interno con le sbarre inserite ai lati.

Cibi

Ovviamente ogni tipo di cibo necessita di un tipo di cottura diverso, bisogna quindi adottare diversi criteri a seconda del cibo che verrà cotto:

Ananas alla trapper
Zucchine ripiene alla trapper
  • Le carni solitamente vengono infilzate su bastoni verdi lunghi più di un braccio, precedentemente scorticati e scottati per disinfettarli e per far evaporare la linfa all'esterno. È possibile creare una griglia, intrecciando più bastoncini verdi tra loro;
  • La verdura viene principalmente cotta con i bastoncini o nella carta stagnola. Alcuni tipi di verdure come i Peperoni, possono essere usati come contenitori, semplicemente tagliando la parte superiore, svuotando l'interno e riempiendolo di un altro cibo, e poi ritappandola coprendola con la parte tagliata tenuta ferma da bastoncini appuntiti.
  • Le uova possono essere cotte dentro altro cibo, per esempio creando una conca nelle patate o nelle cipolle, oppure direttamente nella brace, dopo aver bucato la camera d'aria dell'uovo ad entrambe le estremità con un coltellino appuntito (ma attenzione: se l'uovo dovesse rimanere troppo a lungo sul fuoco potrebbe esplodere). Per una cottura istantanea, rompete l'uovo su una piastra formata da un sasso rovente, attenzione che sia molto caldo o l'uovo non si attaccherà alla pietra. Per levare l'uovo una volta cotto conviene usare una comune paletta da cucina o spostare con dei bastoni il sasso rovente per facilitare l'estrazione dell'uovo.
  • Il pane,chiamato pane twist, viene fatto con acqua, farina e sale e, dopo aver ottenuto una pasta elastica, attorcigliatelo al bastone, preferibilmente unto. Se non disponete di bacinelle per mischiare il tutto, potete prendere uno straccio bagnato e metterlo su un sasso piatto per creare una base d'appoggio o in alternativa due o più persone possono tendere con forza lo straccio per creare una base d'appoggio, meno stabile, ma più veloce da ricavare.
  • La frutta può esser cotta come le verdure e, per dare un tocco alla vostra frutta cotta, aggiungete un po' di zucchero (meglio se in zolletta) prima di cuocerle.