A new ssl certificate is installed on the ScoutWiki's. Everyone can now connect to the ScoutWiki again securely..

Akela

Da ScoutWiki, il wiki sullo scautismo.
Akela
(en )
« Akela, the great gray Lone Wolf, who led all the Pack by strength and cunning, lay out at full length on his rock, and below him sat forty or more wolves of every size and color »
(IT)
« Akela, il grande Lupo Solitario grigio, che comandava tutto il Branco con forza e astuzia, se ne stava completamente allungato sulla sua rupe, e sotto di lui sedevano quaranta o più lupi di ogni dimensione e colore »
(Rudyard Kipling, Il libro della giungla)

Akela (pronuncia: "Achéla") è uno dei personaggi principali de Il libro della giungla ed Il secondo libro della giungla di Rudyard Kipling. È un lupo indiano col pelo grigio ed è il capo del branco dei lupi di Seeonee, di cui fa parte anche Mowgli.

Il suo nome significa "solitario" nelle lingue hindi, urdu e punjabi ed in effetti il suo personaggio è un lupo dal carattere solitario, caratterizzato da profonda moralità e da un affetto paterno per il cucciolo d'uomo. È simbolo di saggezza, autorevolezza e leadership, è garante della legge del branco e presiede il consiglio della rupe ed è proprio durante uno di questi che Akela presenta Mowgli al branco e diventa uno dei suoi maestri.

Storia

Nove o dieci anni dopo l'adozione di Mowgli, il suo nemico Shere Khan, la tigre, con l'aiuto di alcuni giovani lupi passati dalla sua parte, pianifica di destituire Akela, in modo che egli non sia più in grado di difendere il cucciolo d'uomo. Secondo la legge del branco, infatti, un lupo che diventa troppo vecchio per cacciare deve essere allontanato o ucciso dal suo stesso branco. In realtà Akela è tutt'altro che decrepito, ma i lupi giovani spingono deliberatamente un cervo verso di lui, contando sul fatto che egli non sarà in grado di catturarlo ed infatti accade proprio che il lupo grigio manchi la sua preda e che si senta il rumore dei suoi denti che sbattono a vuoto echeggiare nella giungla. Quando il consiglio della rupe si riunisce per deporre Akela, Mowgli lo difende con un ramo infuocato e scaccia via Shere Khan e i suoi alleati. I lupi rimanenti pregano Akela di rimanere, ma lui rifiuta e decide di continuare a cacciare da solo. Phao diventa il nuovo capo branco, mentre il ragazzo decide di trasferirsi temporaneamente al villaggio degli uomini. Durante questo periodo Akela aiuta Mowgli nello scontro finale contro Shere Khan, nel corso del quale la tigre rimane uccisa sotto gli zoccoli della mandria di tori del villaggio.

Alcuni anni più tardi, dopo che Mowgli è stato respinto dagli abitanti del villaggio, il branco di Seeonee è a rischio di estinzione a causa di un branco scatenato di Dhole. Akela si unisce alla battaglia, combatte valorosamente ed alla fine muore tra le braccia di Mowgli. La scomparsa di Akela è un fattore importante nella decisione del ragazzo di tornare definitivamente a vivere con gli esseri umani, all'età di 17 anni.

Figura nello scautismo

Normalmente il Nome Giungla di Akela è riservato al/alla capo branco, che nelle associazioni dove vige la diarchia è generalmente affiancato nell'incarico da Bagheera[1]).

La caratteristica principale collegata al personaggio da prendere ad esempio per i lupetti è la formazione del carattere. La sua Parola Maestra è:

(en )
« Good hunting all That keep the Jungle Law »
(IT)
« Buona caccia a tutti quelli che rispettano la Legge della Giungla »
(Parola Maestra di Akela)

Un'altra frase peculiare di Akela che rientra tra le Parole Maestre del Branco è:

(en )
« Look well--look well, O Wolves! »
(IT)
« Guardate bene -- guardate bene, o Lupi! »
(Akela)

Essa viene pronunciata al momento dell'accettazione dei cuccioli ed è rivolta agli altri lupi, affinché possano osservare i nuovi arrivati e decidere se possono far parte del branco.

Curiosità

Nel 1896 gli entomologi George ed Elizabeth Peckham diedero questo nome ad un genere di ragni saltatori da loro scoperti, proprio in onore del personaggio di Kipling. Nacque così il genere Akela, che comprende tre specie.

Note

  1. Federico Colombo; Enrico Calvo, La Giungla, Edizioni Scout - AGESCI/Fiordaliso, 1989. ISBN 978-88-8054-718-1 Capitolo 3: Giungla ed educazione morale, Sezione 5: I maestri di Mowgli